"Hong Kong" di Marco Lupis

Recensioni & Presentazioni

Il prossimo 20 marzo alle ore 18, Stroncature ospita la presentazione dell’ultimo libro di Marco Lupis (Il Mulino, 2021). Con l’autore dialoga Nunziante Mastrolia. Per partecipare è necessario registrarsi.

Registrati


Terra di confine, snodo tra mondi e culture diverse, Hong Kong è un sogno, nato da un incontro d'amore tra Oriente e Occidente. Una città inquieta, spesso cruda e spietata ma ancora capace di conquistarci per il suo fascino nascosto, sempre avvolto da un'aura di orientale magia. In questo racconto mai convenzionale, se ne ripercorrono fisicamente le strade e idealmente la storia, alla scoperta di personaggi e vicende del passato, ma anche del drammatico presente segnato dal rapporto difficile e controverso con la madrepatria cinese e dallo scontro di due visioni diverse di capitalismo. Un'incompiuta città-stato e il suo destino di avamposto sospeso tra la Cina e l'Europa.

Acquista il volume


Giornalista, fotoreporter e scrittore, Marco Lupis è stato il corrispondente de La Repubblica da Hong Kong.

Nato a Roma nel 1960, ha lavorato come corrispondente e inviato speciale in tutto il mondo, in particolare in America Latina e in Estremo Oriente, per le maggiori testate giornalistiche italiane (Panorama, Il Tempo, Il Corriere della Sera, L'Espresso e La Repubblica) e per la RAI (Mixer, Format, TG2 e TG3). Lavorando spesso in zona di guerra, è stato fra i pochi giornalisti a seguire i massacri seguiti alla dichiarazione di indipendenza a Timor Est, gli scontri sanguinosi tra cristiani e islamici nelle Molucche, la strage di Bali e l'epidemia di SARS in Cina. Con le sue corrispondenze ha coperto negli ultimi 25 anni l'intera area Asia-Pacifico, spingendosi fino alle isole Hawaii e all'Antartide. Ha intervistato molti protagonisti della politica mondiale e specialmente asiatica, come la premio Nobel birmana Aung San Suu Kyi e la premier pakistana Benazir Bhutto, denunciando spesso nei suoi articoli le violazioni dei diritti umani.

I suoi reportage sono stati pubblicati anche da quotidiani spagnoli, argentini e americani. Oggi scrive sull'Huffington Post.

Quando non è in viaggio in Oriente, vive nella Casa di famiglia in Calabria, con Silvia, Caterina, Alessandro, otto gatti, diverse migliaia di libri, alcuni antenati e molti trenini. https://gattopardo.it/2018/06/19/vivere-tra-antiche-presenze/

"I cannibali di Mao" ha vinto l'edizione 2019 del Premio Internazionale di letteratura "Città di Como" come "Miglior libro di giornalismo di viaggio dell'anno" ed è stato finalista all'edizione 2020 del Premio Estense.

"Il Male Inutile" è stato finalista all'edizione 2018 del Premio Cerruglio

Ha pubblicato: "Interviste del Secolo Breve" (Del Drago, 2017) tradotto in otto lingue; "Il male Inutile" (Rubbettino 2018) tradotto in Spagna: "El Mal Inútil" (Dauro, 2020);"I Cannibali di Mao" (Rubbettino, 2019) e Hong Kong - Racconto di una città sospesa (il Mulino, 2021).